Stefano Zenni (musicologo)

27 dicembre 2011 - Ho ascoltato il materiale qualche settimana fa e si, l'ho trovato interessante: molto duro, a tratti spigoloso, ma sonoramente interessante, denso. 

Stefano Zenni (musicologo)

StampaEmail

Dan Di Maggio (Compositore, Italia)

25 dicembre 2011 - In un mondo in cui ogni produzione umana, compresa quella artistica, sembra dover necessariamente assoggettarsi alle logiche del Santo Mercato, ecco apparire un album doppio che è un piccolo miracolo. Solido e nobile il progetto, ineccepibile la tecnica, all’avanguardia la forma di fruizione. E poi, ovviamente, il sound: potente, espressivo, senza ammiccamenti ad alcun tipo di “mainstream”. Insomma, un lavoro che si rifiuta di essere semplice merce e si propone (era ora, verrebbe da dire) come opera e operazione artistica. Tra tutte le meraviglie sonore presenti in questo lavoro, le mie preferite sono “Urban Warriors”, “Slave of weakness”, tutto il secondo CD (!) e il capolavoro “Future in the past”. Un album da ascoltare, riascoltare e far ascoltare.

Dan Di Maggio

StampaEmail

Giorgio Colombo Taccani (composer, ITALY)

15 dicembre 2011 - Grande lavoro e grande progetto. Da qualche giorno sto ascoltando tutte le tracce a ritmo intensivo (per ora su tutte "Urban Warriors", "Desert of Dream" e "Without Families"). Colpisce la chiarezza delle idee e la capacità di creare mondi musicali complessi e sorprendenti partendo da un nucleo ristretto di elementi, abilità che mi affascina sempre e che è di grande aiuto e stimolo anche per ciò che scrivo io. Tecnica strumentale ineccepibile, per me tanto più decisiva quanto più alta è la componente improvvisativa del lavoro. Implacabile varietà di clima e di panorami nella successione delle tracce. E bella la modalità con cui viene proposta la diffusione del progetto. Che tutti se ne accorgano, ascoltino e riflettano.

Giorgio Colombo Taccani (composer, ITALY)

 

StampaEmail

Harry Sparnaay (bass clarinetist, NL)

14 dicembre 2011 - Yes, I like it. I did not listen to all because some I could not open (don't know why, my computer is VERY old!!!) but what I heard I like. I like the combination but also your playing! Congratulations un abrazo

Harry Sparnaay (bass clarinetist, NL)

StampaEmail

Ivano Nardi, Roma

13 dicembre 2011 - SPIRAGLI DI LUCE..CHE SI AGGIUNGONO AD ALTRI..SPIRAGLI CHE POSSONO DIVENTARE FASCI DI LUCE ABBAGLIANTI."L'ENERGIA"E LA FORZA DI QUESTA MUSICA TI SUGGERISCE DI MUOVERTI DI FARE..DI NON ESSERE COMPIACENTE, TI SCUOTE COME IL RITMO DELLA VITA!COMPLIMENTI PER IL PROGETTO E LA TUA MUSICA CARO FRATELLO!INSISTERE INSISTERE INSISTERE!

Ivano Nardi, Roma

 

StampaEmail

Daniel Steffey, USA

12 dicembre 2011 - I have gotten to listen to the record a couple of times. It's pretty heavy. To spare you a long critique, I'll say that I absolutely love it and I think you guys are on to something really special. I generally don't enjoy a lot of the newer improvised stuff because so many artists try to regurgitate the 1970s, but it is evident that you guys are all solid players and have a clear idea of what the sound should be. And it extends beyond the free improv realm into other genres but not in a lame way, it's very well blended and very well executed. I'm super excited to have a new record in my collection that I really like! Not often does that happen. Thanks again for sending the link!

Daniel Steffey, USA

StampaEmail

Altri articoli...